Come svegliarsi presto senza sentirsi stanchi

Come svegliarsi presto senza sentirsi stanchi

Ecco come svegliarsi presto senza sentirsi stanchi in dieci semplici mosse. Sai come si dice, il mattino ha l’oro in bocca. Lo diceva la nonna poi la mamma e solo ora stai scoprendo quanto sia vero questo detto. Guardati attorno, il mondo sembra essere progettato esclusivamente per chi si sveglia fresco come una rosa nelle primissime ore del mattino. Che tu vada ancora a scuola o che lavori in un ufficio non solo dovrai svegliarti presto ma ti viene richiesto anche di essere produttivo mentre il sole è ancora alto nel cielo.

Quanto bisogna dormire?

Allora che speranze hanno i nottambuli? Dovrebbero cercare di conformarsi o continuare beatamente a infischiarsene vivendo la notte? Sfortunatamente per quelli dello spuntino di mezzanotte sembra che sia meglio svegliarsi presto. La maggior parte delle persone di successo di certo non si sveglia all’ora di pranzo. Ma come fanno ad essere così mattinieri? Bene a quanto pare loro hanno alcuni segreti. Se vuoi davvero iniziare a svegliarti presto la prima cosa che devi fare è scoprire di quanto sonno hai veramente bisogno. Agli adulti è consigliato dormire dalle 5 alle 9 ore a notte ma questo lasso di tempo lascia un ampio spazio di personalizzazione. Il tuo compito quindi è capire di quanto sonno hai bisogno TU.

Il sonno di cui una persona ha bisogno ogni notte è assolutamente individuale, avrai bisogno di sperimentare un po’ per capire quante sono le ore di sonno perfette per te. È possibile che dormire troppo e non sia meglio di dormire troppo poco. Troppo sonno può farti sentire pigro e assonnato per tutto il giorno. Una volta stabilito di quante ore di sonno il tuo corpo abbia bisogno, devi adattare il tuo ritmo di sonno ovvero vai a letto prima per svegliarti prima. Quindi se hai intenzione di alzarti alle 4 e 30 o alle 5 del mattino dovresti essere a letto alle 9 o al massimo a mezzanotte. Questa è la regola delle 5-9 ore di cui parlavamo prima. Ovviamente in base alle tue esigenze devi scegliere se andare a letto alle 9 alle 10 o alle 11. Ovviamente se ti rendi conto che si è fatto tardi probabilmente dovrai fare in modo di addormentarti in fretta. Ecco dieci semplici consigli per facilitare questa transizione.

Non modificare il tuo ritmo di sonno all’improvviso

Dai al tuo corpo il tempo di adattarsi, alzati solo un quarto d’ora prima ogni giorno fino a raggiungere il tuo obiettivo. Naturalmente prima ti alzi prima inizierai ad avere sonno la sera. Fai piccoli passi e ci arriverai a tempo debito.

Crea un ambiente adatto a dormire bene

Spegni tutte le luci in camera, ovviamente questo significa anche che le tende devono coprire bene senza lasciare filtrare un filo di luce della strada. Spegni anche tutti i dispositivi elettronici in camera, evita di usare smartphone o altro prima di addormentarti perché stimolano eccessivamente il cervello. Per rilassarti ascolta della musica leggera, fai un bagno caldo o leggi un buon libro. Infine assicurati che la tua stanza non sia troppo calda, la temperatura più propizia per un sonno ristoratore non deve superare i 22° centigradi.

Aiutati con qualche dispositivo

Potresti provare con una macchina al rumore bianco che emette dei suoni che coprono e distraggono efficacemente dai rumori di sottofondo come sirene, traffico, vicini rumorosi o il tuo cane che russa. Tutto ciò con un suono speciale, personalizzabile, che ti aiuta ad addormentarti e a farti dormire bene. Se hai problemi ad alzarti dal letto prova una sveglia leggera che inizialmente si accende e solo dopo emette un suono. A differenza delle sveglie tradizionali non verrai buttato giù dal letto improvvisamente, inoltre sarai meno tentato di rimandarla.

Non rimandare la sveglia

Questa è la cosa peggiore che puoi fare per sabotare un facile risveglio. Per fortuna per chi rimanda sempre ci sono delle app speciali progettate proprio per combattere questo problema. Spin Cycle ad esempio ti fa alzare dal letto e ti fa girare letteralmente in tondo. Se non lo fai la sveglia non si spegnerà mai.

Un’altra app utile è Sleep Cycle Alarm Clock che monitora il sonno e ti sveglia in modo indolore durante il momento più leggero. Puoi sempre contare sui classici, dopo aver impostato la sveglia metti il telefono o la sveglia da qualche parte fuori dalla tua portata, ad esempio puoi metterla dall’altra parte della stanza o farti furbo e metterla in un posto difficile da raggiungere, tipo sotto il comò. In questo modo sarai costretto ad alzarti e spegnerla. Questo dovrebbe aiutarti a combattere la voglia di tornare nel tuo caldo letto.

Fatti aiutare

Se hai ancora problemi a mostrare alla sveglia chi è il capo, prova a coinvolgere qualcuno per aiutarti a svegliarti. Può essere il tuo partner, tua madre, tua nonna o un compagno di stanza. Ovviamente il tuo alleato deve essere una persona mattiniera, solo così potrà essere d’aiuto. Potrebbe scuoterti finché non ti trascina fuori dal letto, può anche chiamarti finché non rispondi al telefono

Inganna il tuo corpo

Per alzarti presto se il tuo corpo proprio non vuole saperne di uscire dal letto prova a bere un bicchierone d’acqua ogni sera prima di coricarti. Quando la sveglia inizierà a suonare la tua vescica ti avviserà subito che bisogna correre et voilà, sei fuori dal letto e corri in bagno. Perché non farsi anche una bella doccia già che ci siamo?

Datti un motivo per alzarti

A volte hai solo bisogno di una motivazione esterna. Un modo per farlo è di pianificare qualcosa di importante come un colloquio di lavoro, un appuntamento dal dentista possibilmente di mattina presto. Questo sì che ti farà svegliare in tempo! Puoi anche inventarti una ricompensa da darti se riesci ad alzarti presto. Mentre stai lì sdraiato pronto a premere il tasto rimanda ricordati che ti aspettano una tazza di caffè fumante, una doccia calda e una deliziosa colazione. Qualunque cosa possa motivarti ad alzarti pensaci.

Svegliarsi presto

Infine prova a creare una lista di cose da fare non appena ti svegli, ad esempio devi rifare il letto, fare una doccia, fare degli esercizi mattutini, preparare le cose per scuola o lavoro, dare da mangiare al tuo animale domestico e così via. Questa è una tattica sorprendentemente efficace perché tutto ciò che avrai voglia di fare è completare le attività da svolgere una per una. È un po’ come un gioco, una missione importante da portare a termine.

Evita i pisolini durante il giorno

Se dopo una giornata particolarmente faticosa senti che crollerai se non chiudi gli occhi per un attimo allora fatti un pisolino ma mi raccomando non più lungo di 15 minuti.

Se ti concedi un pisolino troppo lungo non riuscirai ad addormentarti la sera. I sonnellini possono facilmente mandare all’aria i ritmi del sonno acquisiti annullando tutto il duro lavoro che hai fatto per arrivare a svegliarti presto.

Evitare bevande stimolanti dopo le tre del pomeriggio

Questo significa niente Coca Cola, caffè e bevande energetiche nel tardo pomeriggio perché possono tenersi sveglio la notte. Se vuoi riattivarti fai un po’ di stretching o fatti una passeggiatina.

Ricordati che il letto serve solo a dormire

Non dovresti lavorare o guardare la TV a letto. Se usi il letto per cose diverse dal sonno il tuo cervello inizia ad associarlo con la veglia quindi prendere sonno sarà sempre più difficile.