Come Addormentarsi velocemente. Bastano due minuti con la tecnica dei Marines

Questa tecnica sviluppata dall’esercito americano è davvero efficace quindi presta attenzione quando la metti in pratica.

Come addormentarsi velocemente

Hai problemi ad addormentarti, ti agiti e ti giri tra le coperte ma il cervello proprio non vuole saperne di fare silenzio?

Un buon riposo notturno è essenziale per la nostra salute se anche tu sei tra i milioni di persone nel mondo che soffrono di disturbi del sonno e vuoi riuscire ad addormentarti velocemente continua a leggere per imparare questa tecnica usata dai Marines. Sapere di quanto sonno hai bisogno ti aiuterà a capire se le tue abitudini conciliano il sonno o lo disturbano.

Quanto bisogna dormire?

I neonati di solito dormono per la maggior parte del tempo, circa 16 ore al giorno, i bambini adolescenti per circa 9 ore al giorno mentre gli adulti necessitano di 7-8 ore di sonno al giorno. Secondo un sondaggio dell’istituto eurodap circa 9 milioni di italiani soffrono di disturbi del sonno. Nel mondo poi il numero di persone che soffre di insonnia e del 20%. Esistono oltre 70 tipologie diverse di disturbi del sonno il più comune dei quali è l’insonnia.

Il sonno è essenziale per rinforzare il sistema immunitario e stare bene. Se si soffre di insonnia la mancanza di sonno può causare scompensi ormonali e conseguente ingrassamento, rallentamento dei riflessi, irritabilità, problemi di memoria, depressione e mal di testa. Secondo un articolo comparso sul sito medium, le accademie aeronautiche militari americane necessitavano di piloti che avevano una capacità di addormentarsi in qualsiasi condizione e ora del giorno.Svilupparono quindi un metodo che risulta efficace nel 96% dei casi dopo solo sei settimane di test pratici sui piloti. Ecco i passi fisici e mentali da compiere, ciascuno dei quali per circa un minuto e mezzo. Ti libererai della tensione in diverse parti del corpo una ad una. Una volta completati questi cinque semplici passaggi sarai in grado di addormentarti nel giro di 120 secondi

Primo passo

Sdraiati sul letto sulla schiena, rilassa i muscoli del viso inclusa la lingua, la mandibola e i muscoli attorno agli occhi. Se ti accorgi di essere accigliato concentrati nel rilassare la zona al centro della fronte. La fronte deve essere totalmente liscia. Sembrerà strano ma devi provare a rilassare le orbite e non far peso sugli occhi. 

Secondo passo

Rilassa più possibile le spalle. Lasciare cadere e così facendo rilasserai subito anche la tensione del collo. Passa poi al braccio e all’avambraccio, prima da un lato e poi dall’altro. Se hai difficoltà a rilassare del tutto le braccia prova allora a tenderle un po’ e poi lasciale afflosciarsi. Infine, passa a rilassare le mani e le dita

Terzo passo

Espira fuori l’aria e rilassa al petto, poi inspira e riempì di nuovo i polmoni. 

Quarto passo

Rilassa le gambe: prima le cosce e poi rilascia tutta la tensione giù lungo i polpacci fino a concentrarti infine sulle caviglie e sui piedi. 

Quinto passo

Ora che tutti i muscoli del corpo sono rilassati è ora di schiarirti la mente completamente. Lloyd winter  suggerisce di ricreare alcune immagini chiave per aiutare a sgombrare la mente da pensieri e distrazioni.

Immagine 1

Visualizza te stesso su una barchetta su un lago calmo con sopra di te solo un cielo limpido e azzurro.

Immagine 2

Ora visualizzati che ondeggi su un’amaca di velluto nero in una stanza totalmente buia.  Se queste due immagini non funzionano ripeti tra te e te:  “Non pensare, non pensare, non pensare” per circa 10 secondi.

Questa tecnica utile ai militari eppure così creativa ti aiuterà ad addormentarti subito e a dormire di più. Immagina di essere in grado di addormentarti senza problemi in ogni situazione. Fare un bel pisolino mentre i bambini scorrazzano per casa o dormire in aereo durante un lungo viaggio o semplicemente metterti a letto di notte con la mente libera e non preoccupata dai guai giornalieri. Sarebbe senza dubbio un sollievo!

Altri consigli utili per addormentarsi in fretta

Dormendo meglio tutte le incombenze quotidiane ti verranno più facili, ti sentirai più in forma e affronterai meglio lo stress. Avrai più energia per le faccende più faticose e come minimo vedrai finalmente la vita dal lato positivo. Un altro grande vantaggio di questa tecnica è che non funziona solo a letto. Quando i piloti si allenavano su questi esercizi lo facevano seduti su una sedia. Durante gli esercizi posavano i loro piedi sul pavimento, tenevano le mani in grembo e semplicemente rilassavano il corpo. Questa tecnica quindi funzionerà anche quando sei in aereo, sul bus o in treno. Non scoraggiarti se vedi che all’inizio non ottieni risultati, ricorda che persino i piloti dovettero praticare la tecnica per sei settimane prima di padroneggiarla. Se all’inizio hai ancora problemi ad addormentarti in fretta l’esercito, sempre pronto ad accorrere in tuo aiuto, ha altri consigli in serbo per te. Cerca di ridurre il consumo di caffè anche se pensi che la caffeina non ti faccia niente.

Lascia stare distrazioni come computer, TV e cellulari prima di andare a letto. Mettiti a letto appena cominci a sentire sonno, non bisogna mai ignorare i segnali che il nostro organismo ci lancia. Non metterti a letto se non hai sonno. Mettersi a letto troppo presto può essere dannoso e frustrante. Comincia a rilassarti già un’oretta prima di andare a letto, non metterti a fare attività troppo impegnative o stressanti.

Questi sono i consigli utili per addormentarsi in fretta e dormire bene.