Perché lo squalo martello ha quella forma?

Esistono numerose specie di squali differenti per forma, dimensione e colore. Se ne contano più di 500 specie differenti. Alcune di queste hanno un aspetto davvero singolare e curioso. Lo squalo sega ha una protuberanza sul muso simile a una sega. C’è poi il più famoso di tutti, lo squalo martello, dalla caratteristica testa a forma di martello. Ma perché ha quella forma?

Gli squali martello

Gli squali martello appartengono alla famiglia degli Sphyrnidae. Il nome deriva dal termine greco σφυρί (sphyrí) che significa appunto martello.

A questa famiglia appartengono 9 specie di squali differenti per dimensioni ma accomunate dalla forma della testa. La specie più grande, lo Sphyrna mokarran, può raggiungere i 6 metri di lunghezza e pesare oltre 450 kg.

Questi squali vivono mediamente tra i 20 e i 30 anni, anche se ci sono squali che vivono più a lungo.

La testa dello squalo martello

Per molto tempo la forma della testa degli squali martello ha rappresentato un mistero per gli scienziati. Non capivano la funzione e i vantaggi derivanti da una simile struttura, quale vantaggio evolutivo apportasse.

Inizialmente si è pensato al fatto che avere una testa larga aumentasse la stabilità durante le virate. Vari studi hanno però sottolineato che già tale stabilità era assicurata dalla struttura ossea degli squali per cui tale ipotesi è stata accantonata.

Altri studi hanno dimostrato che nella parte inferiore della testa, sul muso, erano presenti molte più ampolle di Lorenzini rispetto alle altre specie di squali.

Ampolle di Lorenzini

Le ampolle di Lorenzini sono degli organi di senso comuni a tutti gli squali che hanno la forma di piccole sacche che contengono del gel elettro-conduttivo. Queste sacche consentono a questi animali sia di orientarsi che di individuare il debole campo magnetico emesso dalle loro prede.

Alcuni studi, condotti di squali martello in cattività, sono stati condotti nascondendo una piastra elettrificata sotto il fondale. Gli squali erano in grado di individuarla facilmente scambiandola per una possibile preda.

Ubicazione ampolle di Lorenzini in uno squalo.

La maggiore ampiezza della testa degli squali martello consente loro di possedere una maggiore quantità di ampolle di Lorenzini e aumentare la loro sensibilità ai campi elettromagnetici anche di 10 volte rispetto agli squali che hanno una testa “normale”. Questo consente loro di individuare prede a una distanza maggiore.

Gli occhi di questi squali si trovano ai lati della testa, molto distanziati tra loro. Una tale posizione permette loro di avere una vista a 360° e vedere tutto quello che gli succede intorno.

Queste caratteristiche rendono lo squalo martello un temibile predatore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.