La vera storia di Lucifero, la storia di un angelo caduto

Lucifero, il portatore di luce, il più splendente degli angeli. Scaraventato negli abissi per essersi voluto innalzare al di sopra di Dio stesso. Ma sappiamo davvero tutta la storia o ne conosciamo solo un parte?

Ci sono molte precisazioni da fare ma, prima di entrare in merito alla cronaca riguardante la creazione di un antagonista ad hoc per Dio, vorrei citare un racconto alternativo della storia della caduta di Lucifero.

La vera storia di Lucifero

Com’è andata davvero?

Si narra che in principio Dio attribuisse dei compiti a ognuno dei suoi angeli. C’erano numerosi incarichi e Dio chiedeva ogni volta chi volesse ricoprirli e puntualmente c’era qualche angelo che si offriva, senza imposizioni.

Venne un giorno in cui Dio presentò un nuovo incarico alle sue schiere angeliche. Questo incarico sarebbe stato il più arduo e ingrato tra tutti. Bisognava infatti che qualcuno si attribuisse tutte le colpe e i peccati degli uomini, che accettasse di essere insultato e maledetto dagli uomini stessi e che rinunciasse a tutte le sue virtù e alla sua bellezza. Di lui si sarebbe detto che aveva voluto rivaleggiare con Dio e aveva perso e che era stato cacciato dal paradiso. Questo ruolo doveva essere svolto fin quando l’uomo non si sarebbe reso conto che ogni male è originato unicamente dal proprio egoismo.

Tutti gli angeli per un attimo esitarono, ma poi nel silenzio si udì la voce di uno di loro che diceva di accettare l’incarico: questo era Lucifero.

Effettivamente chi se non il più bello, il più virtuoso e il più vicino a Dio tra gli angeli avrebbe potuto accettare una simile richiesta.

Molto suggestivo vero?

Il racconto l’ho trovato su questa pagina ed è opera di Matteo Camorani.

Angelo o Dio?

Per capire la vera natura di una creatura come Lucifero bisogna capire in che situazione ebbe origine.

In un’epoca in cui il monoteismo cristiano si affermava su una religione politeista già radicata da centinaia di anni c’era bisogno di un avversario alla divinità che da un lato assolvesse alla sua funzione naturale di personificazione del male e dall’altro servisse ad allontanare i fedeli dalle vecchie credenze denigrandole in più possibile.

Ed ecco quindi che, dando a questo antagonista tratti tipici di alcune divinità pagane ampiamente venerate, il risultato è ottenuto.

Un nome tra tutti basti a farvi capire di cosa sto parlando: Pan.

Questo dio pagano ha tutti i tratti tipici di Satana: mezzo uomo mezzo animale, corna, barba a punta.

Considerando anche che Pan nella cultura popolare era associato alla fertilità dei campi e venerato dai ceti più bassi si capisce come la scelta sia stata quanto meno idonea.

Cosa ne dice la Bibbia?

La bibbia a riguardo della ribellione di Lucifero e della sua caduta all’Inferno dice…NULLA!

Ne’ nel vecchio ne’ nel nuovo testamento sono narrati i fatti riguardanti questi avvenimenti.

Nel vecchio testamento il nome Lucifero compare una sola volta ed è affibbiato al re di Babilonia.

Nel nuovo testamento invece è usato per indicare la stella del mattino e anche Gesù stesso.

Inoltre nel libro dell’apocalisse è Gesù stesso che si autodefinisce portatore di luce.

Il termine Satana, dall’ebraico Śāṭān, significa oppositore, nemico, accusatore. Le sue origini sono tuttavia più antiche: il termine deriva dal sumerico ša-tām, che significava banalmente “capo (di una amministrazione)”. Fu San Girolamo, nel IV secolo d.C., a tradurre l’ebraico Śāṭān nel latino diabŏlus (colui che divide).

Nell’Antico Testamento il nome “Satana” compare poche, e si riferisce a un angelo subordinato a Yhwh e a lui fedele.

Nel nuovo testamento invece è citato più volte come tentatore e oppositore di Gesù, ma nulla che si riferisca al suo passato da angelo o altro.

Morale della storia

In definitiva la storia di Lucifero, sebbene più antica, è paragonabile a quella del Purgatorio, una nozione creata al di fuori dei testi sacri e a cui ormai tutti crediamo.

Questa è la vera storia di Lucifero.

Per altri approfondimenti riguardo l’Angelo portatore di Luce leggi anche qui.