Come aumentare i like alla propria pagina Facebook

Hai da poco creato una pagina Facebook, hai pubblicato qualche post ma ancora niente interazioni? Vorresti aumentare la notorietà della tua pagina ma non sai come fare? Desideri pubblicare qualche post che sia virale ma non sai che pesci prendere? Tranquillo, sono difficoltà che incontrano quasi tutti. A dirla tutta possiamo dire che il raggiungimento  della popolarità su Facebook, che fino a ora è il social più gettonato, è l’obiettivo principale di chi decide di pubblicare una pagina.

Una delle prerogative principali di ogni amministratore di pagina è quella si aumentare i propri followers. I followers di una pagina sono tutti quegli utenti che hanno messo ‘Mi piace’ a essa. Aumentare il bacino di utenza di una pagina equivale ad aumentarne la popolarità e la diffusione sul social. Come regola generale più si hanno ‘Mi piace’ più si avranno interazioni tra utenti e post. Più avanti di illustrerò come questa regola non sia del tutto vera, per ora il tuo obiettivo è aumentare i ‘Mi piace’.

Come aumentare i like alla propria pagina Facebook

Consigli Facebook

In un precedente articolo di ho illustrato cosa NON fare per aumentare i like alla tua pagina. Se non l’hai ancora fatto ti consiglio di darci un’occhiata.

Se vuoi sapere come aumentare il numero di like sulla pagina che gestisci continua a leggere questo articolo. Ti illustrerò le strategie migliori attraverso le quali raggiungere i tuoi obiettivi.

Dividerò la guida in diverse parti per facilitarne la comprensione. Ovviamente ci sarà una fase iniziale, una intermedia e una finale. Leggere questo articolo ti ruberà solo qualche minuto, mettere in pratica quello che ti spiego richiederà invece molto più tempo. Far diventare una pagina Facebook famosa non è una cosa facile, bisogna impegnarsi molto per molto tempo e con costanza.

Prima fase: dedicati alla pagina!

Per capire bene come muoverti in ambito social marketing e aumentare così la diffusione del tuo brand, della tua pagina o del tuo blog collegato a una pagina Facebook occorre che tu capisca bene con cosa hai a che fare. Devi capire che dietro a ogni ‘Mi piace’ c’è un utente che è interessato a quello che tu pubblichi, al messaggio che diffondi o anche al tuo prodotto.

Come primo obiettivo ti devi porre il rendere accattivante la pagina. Ora ti chiederai: cossa significa accattivante?

Semplificando il discorso possiamo evidenziare un ragionamento logico che ci porta alla conclusione che ti ho anticipato qui sopra.

Tu vuoi che qualcuno metta like alla tua pagina giusto?

Ora chiediti:’ quali sono i motivi che spingono una persona a mettere ‘Mi piace’?

A questo punto, per capire meglio, ti dovresti immedesimare con l’utente medio. Immagina cosa piace a te in una pagina e prova a capire quali sono le caratteristiche che possono influire in maniera positiva su una persona che guarda la tua pagina.

Non sottovalutare questo aspetto. Sappi che sono stati scritti moltissimi saggi e altrettanti libri su questo argomento. Molti studi sono stati svolti e si svolgono tutt’ora, sia da parte di privati che da parte dello staff di Zuckerberg. È molto difficile capire cosa influisce sull’apparentemente semplice gesto di cliccare sul tasto ‘Mi piace’.

Prima di dedicarti alla creazione di post devi impostare la pagina. Questa operazione che potrebbe sembrare banale, è invece molto delicata.

Impostare immagine copertina e immagine profilo

Abbiamo già visto come impostare l’immagine profilo e l’immagine copertina. Impostare queste immagini non è difficile, la parte difficile è scegliere questa immagine.

Molti studi hanno evidenziato che scegliere un foto raffigurante una persona, meglio se in primo piano, come immagine del profilo aumenta l’engagement. Questo perché sia accanto ai messaggi, sia accanto ai post e sia accanto alle reazioni che metterai a nome della pagina ci sarà questa faccia, che potrà essere sia reale che computerizzata o anche disegnata o addirittura anche stilizzata. È più facile relazionarsi con qualcosa che riesci a personificare. Avere l’immagine del prodotto o di un logo o paesaggio non avrebbe lo stesso effetto.

Certo, ci sono le dovute eccezioni. Quando il marchio è forte, parliamo di multinazionali, allora il discorso cambia. Anche quando si tratta di una trasmissione televisiva, tipo Grande Fratello, si può sorvolare su tutta questa teoria che sto spiegando.

Se da un lato scegliere un’immagine del profilo umanizzata è altamente consigliato, dall’altro è consigliabile scegliere un altro soggetto per l’immagine di copertina.

Considera per prima cosa che l’immagine di copertina si trova in alto nella pagina ed è una delle prime cose che incontra l’occhio del tuo visitatore. Il tuo obiettivo è convertire questo visitatore in un fan. Come fare?

Per la copertina è meglio scegliere una foto che dia ‘aria’ alla pagina. Mi rendo conto che questa affermazione sia abbastanza vaga, per questo lascia che la spieghi meglio.

Adesso ti parlerò di una teoria che potrebbe non sembrare pertinente con l’ambito cibernetico. Devi sapere che secondo il feng shui il vuoto è una parte essenziale della vita e di ogni suo ambito.

Ora, tralasciando il senso stretto di questa ipotesi, possiamo ampliare il significato di vuoto e collegarlo alla scelta di un’immagine che sia di ampio respiro. Ad esempio un paesaggio, un bel grandangolo oppure anche uno sfondo a tinta unita in cui risaltano solo alcuni soggetti in maniera suggestiva. È questo il segreto del successo di molte pagine: evocare in chi guarda sensazioni ed emozioni particolari.

È ora di postare

Una volta scelto il layout principale della pagina puoi dedicarti a creare qualche post interessante.

Una considerazione molto importante è che le immagini hanno un engagement di gran lunga superiore rispetto a post contenenti solo testo. Se poi l’immagine contiene anche testo è ancora meglio. Puoi personalizzare le tue immagini seguendo le istruzioni presenti in questo articolo : come modificare foto in maniera professionale.

Un altro fattore che potrebbe influenzare in maniera positiva la diffusione di un post è quella di porre una domanda, meglio se arguta. In tale maniera l’utente sarà stimolato a rispondere e quindi interagire con il post, cosa che ci eravamo posti come obiettivo.

Anche usare l’ironia nei post è molto importante, fare qualche battuta anche graffiante su temi attuali è molto produttivo. Quindi cerca di rimanere sempre sul pezzo.

Qui di seguito un post della pagina della Barilla, in questo caso si commenta il mancato Oscar di Leonardo DiCaprio nel 2016. In questa immagine si riesce a essere divertenti e pungenti e al tempo stesso si riesce a pubblicizzare il proprio prodotto.

Barilla post divertenti

 

È tutto pronto!

A questo punto, dopo aver creato almeno una decina di post per dare corposità alla pagina puoi cominciare a utilizzare i mezzi classici per acchiappare qualche Like.

Spam

È inutile giraci intorno e raccontarsi frottole. Molti se non tutti hanno iniziato allo stesso modo.

I primissimi ‘Mi piace‘ si ottengono invitando i propri amici o ricorrendo ai gruppi di scambio like. Molti addirittura creano account fake per fare questo.

Queste pratiche, per quanto poco produttive, sono utili ad ottenere le prime decine di fan ma niente di più. Lavorare sulla qualità dei post e sulle interazioni della pagina è la cosa davvero più produttiva.

Usa i gruppi, ma non come pensi tu!

Se hai una pagina che tratta un determinato argomento la cosa migliore è cercare dei gruppi che parlano di quell’argomento. Identificati tali gruppi tutto ciò che dovrai fare è pubblicare in maniera non aggressiva i tuoi post. Se davvero pubblichi qualcosa di interessante tranquillo che le interazioni arriveranno.

Non ti scoraggiare e insisti, un contenuto di qualità darà presto o tardi i suoi frutti.

Evita i gruppi di scambio mi piace perché servono solo a intasare la tua bacheca, creano solo fan fantasma che non interagiscono con i tuoi post e non danno alcuna garanzia sul risultato. Nulla vieta a chi mette like sulla tua pagina di toglierlo dopo un paio di giorni, cosa che ti assicuro fanno la maggior parte delle persone per non intasare la propria bacheca appunto.

Collaborazioni: una mano lava l’altra

Ci sono una miriade di piccole pagine su Facebook, un po’ come su Youtube ci sono una miriade di piccoli canali. Prova a chiedere agli amministratori di pagine simili alla tua di condividere qualcuno dei tuoi post e in cambio tu condividerai i loro. Uno scambio alla pari. Molti sono i vantaggi di tali collaborazioni, non sottovalutarle.

Dovresti scegliere pagine simili alla tua e con più o meno lo stesso numero di fan. Considera Facebook per quello che è: una community.

 

Più avanti di parlerò di come allargare il tuo network ma per ora ti basta sapere questo.