Quanto si può guadagnare con il trading online?

Il trading online rappresenta in teoria un’ottima fonte di guadagno anche se può essere alquanto rischioso. Una volta scelto un broker basta trasferirvi dei fondi e cominciare a compare e a vendere azioni o cripto valute. Ma quanto si può guadagnare con il trading online?

Rispondere a questa domanda non è affatto semplice poiché numerose sono le variabili da prendere in considerazione. Occorre innanzitutto studiare bene e farsi una cultura sui mercati finanziari e su come muoversi, bisogna imparare a leggere i grafici e a intuire l’andamento futuro di un’azione. Oltre a ciò ci vuole anche una discreta dose di fortuna.

Come si guadagna facendo trading?

Il funzionamento che sta alla base del trading online in teoria è molto semplice: compri un azione e la rivendi quando il suo valore sale. La differenza tra il valore di acquisto e quello di vendita sarà il tuo ricavo. Tuttavia non vi è nessuna certezza che il titolo che hai acquistato salirà di valore. È qui che si cela la vera abilità del trader professionista, ovvero saper prevedere l’andamento del mercato e investire su azioni promettenti.

Questo è molto facile in teoria ma mettere in pratica tutto questo è tutto un altro discorso. Saper prevedere l’andamento del valore di un’azione analizzando il grafico delle variazioni di valore che ha avuto nei mesi precedenti è fondamentale ed è alla base del lavoro di trader. Ma quanto di può guadagnare facendo trading online?

Quanto si può guadagnare con il trading online?

Dopo tutti questi discorsi è lecito domandarsi: quanto si guadagna con il trading online?

A questo punto devo purtroppo sfatare qualche mito. Il trading online è un’ottima fonte di guadagno ma è anche altamente rischiosa. Se sbagli investimenti puoi facilmente perdere tutto il capitale investito o, se non tutto, gran parte. Questo succede indipendentemente dalla quantità di denaro investito. In effetti per chi fa trading online non c’è alcuna garanzia sul capitale investito.

Un altro aspetto da chiarire riguarda l’investimento iniziale. Il guadagno che si ha facendo il trader è, come già specificato, una percentuale del capitale investito. Questa meccanica rende abbastanza cristallino il fatto che più investi più guadagni. Tuttavia questo meccanismo si rivela essere un’arma a doppio taglio. Se da un lato è vero che più investi più guadagni è anche vero che più investi più potresti perdere.

Dove cominciare a fare trading online?

Data la natura volatile degli investimenti del trading online ti consiglio di muoverti con molta cautela, soprattutto in fase iniziale. Se stai partendo da zero, e quindi hai zero esperienza nel campo, prima di iniziare a investire ti consiglio di studiare molto e informarti da qualsiasi fonte autorevole a tua disposizione.

Libri sull’argomento, webinar specifici, articoli di giornale, video di trader professionisti, etc. sono tutte ottime fonti da cui apprendere.

Dopo questa prima fase di studio ti consiglio di aprire un conto virtuale su applicazioni per il trading, come eToro, Ava TradeNaga TradeZuluTrade, etc. Tutte queste piattaforme, dette in gergo broker, permettono di aprire dei portafogli in cui si utilizza denaro virtuale.

Ciò che andrai a fare sarà creare un conto fittizio in cui andrai a movimentare denaro virtuale. Potrai così mettere in pratica quanto hai appreso nella fase di studio senza rischiare di perdere soldi.

Dopo qualche mese di pratica se il tuo operato ti soddisferà potrai cominciare a investire soldi veri con la consapevolezza di aver acquisito le basi di questo mestiere, in caso contrario non avrai perso niente e potrai continuare a fare pratica con il tuo portafoglio virtuale.

Il trading online può diventare un lavoro a tempo pieno?

Da come l’ho descritto sembrerebbe che il trading online abbia tutti i presupposti per diventare il tuo prossimo lavoro a tempo pieno. Tuttavia il mestiere di trader non è così facile come sembra. Lo studio e la preparazione che bisogna possedere per avere successo in questo campo sono davvero enormi. Oltre a ciò bisogna avere anche una notevole esperienza per rendere questo il tuo lavoro principale. Nonostante preparazione ed esperienza il rischio di perdere denaro investendo è molto alto.

Quindi si, il trading online può diventare un lavoro a tempo pieno ma questo è molto difficile. A meno che tu non sia seriamente intenzionato a renderlo il tuo lavoro, a investire molto tempo nello studio e a rischiare tutto ti sconsiglio di intraprende la carriera di trader. Se invece sei fortemente motivato e vuoi davvero diventare trader ti consiglio di cominciare a studiare.

Quale piattaforma utilizzare?

Come è fondamentale studiare per fare trading online lo è anche scegliere la piattaforma tramite la quale investire. La scelta del broker è di primaria importanza. Essa si basa principalmente sul mercato nel quale andrai a investire. Per esempio se scegli di investire nel forex andrai a cercare e poi provare le migliori app per investire nel forex, stesso discorso se invece scegli le criptovalute.

Le caratteristiche che devi prendere in considerazione sono diverse: credibilità, sede legale, commissioni, ampiezza dei titoli trattati etc.

Non ti preoccupare se all’inizio ti troverai un po’ in difficoltà, col tempo prenderai familiarità con le varie meccaniche. Prima di depositare soldi reali ti consiglio sempre di aprire un portafoglio virtuale per capire se quel broker fa o meno al caso tuo.

Conclusioni

Se vuoi guadagnare online da casa il trading online rappresenta un’opportunità da non sottovalutare. Tuttavia i rischi connessi a quest’attività sono molto alti e aumentano se non si studia abbastanza. Il segreto per riuscire è applicarsi, studiare e fare pratica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.