Qual è la differenza tra banana e platano?

Banana e platano sono due frutti molto simili ma che tuttavia presentano alcune differenze. La banana è molto più conosciuta rispetto al platano ed è anche più consumata e apprezzata. Il platano è meno conosciuto ma è anche un notevole ingrediente di numerose ricette. Entrambi i frutti hanno il loro habitat naturale situato nei paesi più caldi quali Sud America e Africa. In Venezuela platano e banana vengono considerati come lo stesso frutto. In Italia vengono considerati platani quelle varietà di banane destinate a essere consumate cotte e non crude. Ma qual è la differenza tra banana e platano?

Differenza di dimensioni tra banana e platano

La prima differenza tra platano e banana che salta all’occhio è la dimensione.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Il platano infatti tende a essere più grande, può arrivare a misurare fino a 40 centimetri.

La buccia del platano è più spessa

La differenza di dimensioni tra banana e platano si rispecchia anche nella buccia che nel secondo è molto più spessa.

Maturazione

Sia le banane che i platani continuano la loro maturazione una volta raccolti. Quindi in questo caso non ci sono differenze tra i due frutti. Entrambi vengono raccolti ancora verdi e fatti maturare durante il trasporto e la vendita.

L’unica differenza consiste nel fatto che le banane vengono mangiate quando sono ancora gialle o anche versi mentre i platani per essere mangiati crudi devono essere davvero molto maturi, quando hanno la buccia marrone, altrimenti è meglio mangiarli cotti.

Il sapore

Un’altra differenza tra i due frutti sta nel sapore. Le banane, anche quelle meno mature, hanno un sapore più dolce rispetto a quello dei platani che hanno invece un sapore più neutro e meno caratteristico.

C’è da dire che anche i platani, una volta diventati troppo maturi e aver assunto una colorazione marrone, diventano molto dolci. Alcune volte diventano persino più dolci delle banane.

Contenuto di amido delle banane e dei platani

Il contenuto di amido è un’altra rilevante differenza tra banana e platano. Quando non è ancora maturo, il platano contiene molto più amido rispetto alla banana. Questo lo rende un ingrediente ottimo per essere utilizzato in cucina.

Le banane hanno meno amido ma contengono più zuccheri rispetto ai platani.

Il platano si mangia cotto

Anche se non è obbligatorio, il platano è utilizzato spesso cotto come sostituto di altri alimenti nelle diete vegetariane (polpette di platano, sformato di platano, etc.). Il platano è anche utilizzato nelle dieta fruttariana per sostituire la farina e i panificati in generale ( pizza di platano, pane di platano, etc.). Il platano viene mangiato crudo ed è un alimento importante nella dieta crudista. Tuttavia per essere mangiato crudo il platano deve essere molto maturo, altrimenti è un po’ pesante da digerire, quasi indigesto. Il platano inoltre è molto usato nella carpotecnica soprattutto per riprodurre i piatti a base di cereali quali pasta, pane e pizza.

Le banane il più delle volte vengono invece mangiate crude a parte qualche eccezione come il pane fatto con le banane troppo mature.

Valori nutrizionali

Altra differenza sostanziale tra i due frutti sono i valori nutrizionali. Il platano contiene molta più vitamina C rispetto alla banana ma per contro ha anche molte più calorie avendo una maggiore quantità di carboidrati che lo compongono. Quindi le banane sono meno caloriche rispetto ai platani.

In quanto al potassio possiamo affermare che i due frutti ne contengono quantità simili ma le banane hanno più magnesio e per questo motivo sono più indicate per gli sportivi.