Che significato ha la figura Diavolo nella religione cristiana e cattolica?

È facile intuire il significato del termine “diavolo”. In effetti è una parola che deriva dal greco diàbolos poi ripreso con il termine latino diabolus. Il significato letterale è : “ingannatore, separatore, accusatore“.

Il termine deriva dal verbo diaballein ovvero condurre attraverso, ingannare, creare inimicizia.

Il significato letterale termina qui. Il mio invito però è quello di continuare a leggere perché, partendo dal significato letterale, con un’analisi più accurata, si può arrivare al vero significato del diavolo.

Il vero significato del Diavolo

Ingannatore, separatore, accusatore, ecco cos’è veramente il Diavolo. Proprio partendo dall’etimologia della parola si può però capire meglio questa figura così negativa.

Il Diavolo è colui che separa, che mette zizzania e odio tra le persone. Spesso non agisce direttamente, anzi quasi mai lo fa, si limita a “bisbigliare” all’orecchio delle persone per stimolarle a compiere qualche azione o a dire alcune parole che possono ferire il prossimo. Anche i pettegolezzi appartengono a questo tipo di azioni, difatti creano odio e possono ferire chi li subisce. I pettegolezzi sono un modo per separare le persone e aumentare la distanza tra di loro e tra loro e Dio. Anche il papa Francesco si espresso contro i pettegolezzi.

Il diavolo è colui che inganna, che fa apparire una cosa o una persona sotto un’altra luce. Quando interpretiamo un gesto spesso lo facciamo utilizzando i nostri pregiudizi. Per esempio se una persona non ci saluta potremmo pensare che è maleducata ma magari non ci aveva visto o era sovrappensiero. I pregiudizi e i pensieri negativi sono un modo di agire tipico del diavolo.

Il diavolo è colui che accusa, colui che rinfaccia la cose spesso estrapolandole dal loro contesto e guardandole da un punto di vista del tutto negativo. Sia chiaro, non è lui che accusa direttamente ma ci istiga ad accusare e a attribuire un significato negativo a eventi o situazioni che invece negative non sono affatto.

Qual è l’aspetto del Diavolo?

Il Diavolo è uno di quei “personaggi“, uno di quegli elementi della fede cristiana che assunsero un’importanza maggiore nel momento in cui il cristianesimo si andò a sovrapporre al Paganesimo nell’Antica Roma. In effetti l’aspetto del Diavolo è quello di un satiro pagano.

La parte inferiore è quella di una capra, coda compresa, il busto e la testa sono umani mentre le corna riprendono ancora una volta le fattezze di un caprone.

Questo per quanto riguarda la tradizione classica, andando poi più nel dettaglio molte sono le forme in cui il Diavolo è stato descritto sia nelle Sacre Scritture che in altri scritti.

Le esaminerò in un altro articolo.

Lucifero e il Diavolo sono la stessa cosa? Sono la stessa entità?

Molto spesso si confonde la figura di Lucifero con quella del Diavolo, questo perché nell’immaginario comune sono la stessa entità. Dante stesso ha contribuito, seppur non da solo, a questo luogo comune.

Per quanto la Divina Commedia ( o La Commedia) sia un testo importantissimo esso non appartiene né alle sacre scritture né a testi riconosciuti dalla Fede.

Di Lucifero non se ne parla nella Bibbia, già lo abbiamo visto in un precedente articolo. Nella Bibbia si parla di un entità negativa che agisce per distruggere ciò che Dio ha creato. Anche nel Nuovo Testamento (Vangelo) è la stessa cosa. Esso è descritto solamente come “avversario di Dio”.

Per essere più precisi per il Cattolicesimo il Diavolo si identifica il serpente tentatore dell’Eden, con il dragone che compare nell’Apocalisse di Giovanni e con il “tentatore” che invece appare nei vangeli. Come già detto il Diavolo può assumere diverse forme.

In nessuno dei passi in cui si parla del Diavolo si fa riferimento all’angelo caduto Lucifero o ad altri angeli che eventualmente si opposero a Dio.

Penso a questo punto sia chiaro che Lucifero e il Diavolo non sono la stessa cosa.

Che differenza c’è tra Satana e il Diavolo?

Se il Diavolo e Lucifero non sono la stessa cosa allora chi è Satana?

Satana non è che un altro nome del Diavolo. In effetti Satana deriva dal greco e significa “oppositore”, “avversario” con riferimento al fatto che è un nemico di Dio.

Questo nome fu utilizzato inizialmente nella tradizione ebraica e successivamente ripreso sia dal Cristianesimo che dall’Islamismo.

Quindi il Diavolo e Satana sono la stesa cosa, la stessa entità. Satana non è che un altro nome per definire il Diavolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.